Coltello Bushcraft | da usare in montagna | come dico io







“Questo Coltello non è perfetto (ma sarebbe potuto esserlo)”


In questo articolo voglio raccontare ai bushcrafters come te perché ho deciso di costruire un coltello su misura

Ti mostrerò quali sono le caratteristiche che ho ritenuto imprescindibili e perché le ho scelte

Se stai pensando di acquistare un bushcraft o di fartene uno o sei curioso sul tema bushcraft, questo articolo è per te.

Sono sicuro che il contenuto del articolo ti sara utile quando dovrai scegliere il tuo prossimo coltello o meglio, quando deciderai di realizzare il tu progetto.

Se stai pensando di comperare un coltello da bushcraft, Dagli un occhio a questa guida alla scelta

Sei pronto per partire all'avventura?

Ti  mostrerò quelle che sono le caratteristiche che ogni coltello da bushcraft deve avere. 

Qui troverai il risultato della mia ricerca personale, ti aiuterà ad scoprire le tu esigenze e avrai più informazioni per valutare le caratteristiche del coltello di cui hai bisogno e/o per disegnare una lama custom adatta alle tue esigenze

Scrivo perché tu potresti essere nella situazione in cui mi trovavo io, situazioni dove il coltello che avevo in mano era completamente inutile e mi rallentava in quello che facevo.

Se porti in montagna il coltello sbagliato ne soffrirai le conseguenze


Il coltello da bushcraft deve essere polivalente e servire a fare un po di tutto, batoning, chopping, appuntire, fare picchetti, fare buchi, cioè lavori di precisione e lavori più pesanti

è necessario che sia sufficientemente robusto e maneggevole per compiere queste funzioni.

Con un coltello sbagliato ci impiegherai il doppio del tempo, rischi di farti le vesciche alla mano e affaticarti il polso. Se devi restare nel bosco per un po, procurarti danni anche minimi non è l'ideale.

Tweet: Non comprare un coltello perché è bello, compralo perché sara il tuo amico Tweet: Non comprare un coltello perché è bello, compralo perché sara il tuo amico


Non compro perché bello, non compro perché l'acciaio bla bla bla, o perché mio cugino mi ha detto..
Compro per l'utilità, e se non trovo quello che voglio me lo costruisco io.

Penso che in questo riusciremmo a capirci

Se gia stai pensando di costruire il tuo coltello ti può interessare la guida che sto creando

 "Caratteristiche del coltello da bushcraft" 


La guida sara disponibile in forma gratuita per poco tempo.

Sottoscriviti alla newsletter per ricevere gli aggiornamenti - QUI


Tutti sanno che hanno bisogno di un coltello ma non tutti sano come deve essere.


In Inghilterra e USA sono pionieri nel bushrcraft, qui in italia dobbiamo fare ancora un po di strada.. se leggi i diversi forum c'è tanta informazione sul bushcraft ma anche tanta disinformazione, puoi trovar tutto e il contrario di tutto.

Con questo articolo e la guida che sto scrivendo spero di poter contribuire con lo sviluppo di questa bellissima disciplina

Veniamo al sodo: Questi sono i parametri che ho tenuto conto quando ho disegnato e poi creato il mio coltello.

La lama è lunga 11cm appena 2 cm in piu delle mie 4 dita. Se fosse stata più lunga sarebbe stata poco maneggevole e scomoda per, ad esempio, praticare dei fori o usare il coltello di punta.

Ha un filo del tipo convesso di  1cm di larghezza per tutta la lunghezza della lama. Secondo me per gli spesso fini è l'ideale perché molto facile da affilare e conferisce maggior robustezza al filo che è la parte più sottile.

Lo spessore della lama potrebbe essere il tasto dolente, perche l'ho fatta da 2 mm e questo potrebbe essere un limite per alcune applicazioni.
1mm in piu avrebbe fatto la differenza? probabilmente si, ma dipende dal tipo di lavoro che dovrai realizzare

Dato che la lama è da 11 cm e no volevo oltrepassare gli 21cm totali, il manico è lungo 10 cm, misurandolo con la mia mano, ho ancora 1 cm di libertà per migliorare la presa, come vedete il manico ha una leggera curvatura e ha una piccola rientranza dove capita l'indice. questo per me è stato un punto importante che volevo e che poi l'ho verificato utile sul campo, non perché faccia miglior presa ma perché è intuitivo al'ora di prendere il coltello in mano, sai esattamente dov'è il filo.

Altri due appunti che cambierei col senno di poi sono:

Avrei fatto qualche modifica al pomolo per poter usarlo per picchiare, non è imprescindibile ma se picchio cosi rischio di rompere il legno del impugnatura.

Certamente mai piu coltello da bushcraft senza foro per laccetto :p un laccetto colorato aiuta a ritrovare il coltello subito un caso di caduta tra le erbacce

Anche se lo spessore è un pelin sottile credo che tutto sommato la larghezza della lama e il buon vecchio e arci-conosciuto  AISI 1070 (C70) non delude mai, tiene bene il filo ed è abbastanza robusto da ricevere qualche colpo sul dorso senza problemi,

I materiali utilizzati per il manico sono mogano e ottone con rivetti in inox, per il mogano nessun trattamento speciale, solo impregnante protettivo e via, lascia il legno senza pattina e lo rende impermeabile.
So che in molti preferiscono oliare il legno, a me non piace, è vero che magari tra 10 anni e tanto uso avrà bisogno di un altra mano d'impregnante, ma questo si chiama manutenzione ordinaria.

Se stai pensando di comperare un coltello da bushcraft, Dagli un occhio a questa guida alla scelta

Un riepilogo su misure e materiali
  • Lunghezza totale 210mm
  • Lunghezza Lama 110mm
  • Spessore 2mm
  • Manico in mogano e ottone lungo 100mm
  • Acciaio al carbonio AISI 1070 (C70) 
Oggi taglia con questo coltello da bushcraft


Lo porto spesso nelle mie gite in montagna e va alla grande. Fa il suo lavoro
Trovare il coltello ideale e in piu "ci piace" è un buon traguardo,

Sono soddisfatto del mio coltello, soddisfatto del lavoro che fa e soddisfattissimo di averlo fatto con materiale praticamente da scarto.

sono sicuro che avrai trovato degli spunti che ti saranno utili allora di scegliere il tuo coltello da bushcraft.

ma se cerchi e non lo trovi, puoi sempre fare da te.


Ci ho impiegato quasi 2 giorni a scrivere questo post, ma credo ne sia valsa la pena, il mio contributo l'ho dato, mi piacerebbe sapere se ti è piaciuto l'articolo. Lasciami un commento qui sotto. ↓

Se ti va di ricambiare il pacere metti un mi piace sulla pagina facebook e condividilo, è un solo click ma che per me sara quasi una pacca sulle spalle. Se lo fai, mi rallegrerai la giornata.



10 migliori coltelli da bushcraft | Guida alla scelta







I 10 migliori coltelli da bushcraft


Ho realizzato un elenco con i 10 migliori coltelli adatti alle attività in montagna, nella scelta  ho cercato i coltelli con le migliori caratteristiche, i 10 (+1)  migliori coltelli da bushcraft li trovi qui sotto.


  • Vedrai che alla fine della lettura potrai definire in modo più consapevole quale coltello hai bisogno per le tue gite.
  • Avrai acquisito le informazioni che ti serviranno all'ora di decidere quale sara il tuo prossimo bushcraft knife


Pianificare e organizzare l'attrezzatura da portare in una gita non è cosa da sottovalutare .

Sarai lontano da casa e se ti manca qualcosa o ti sei portato l'attrezzatura sbagliata, Hai un problema.

Prima di partire dovrai pensare a che cose dovrai fare, dovrai costruire un  bivacco, procurare da mangiare e altre  attività che svolgerai a seconda del luogo.

Tutto questo lo farai con quello che ti porti da casa

Ho scelto le caratteristiche del coltello in base alle attività che svolgerai in montagna se ci resterai li per un po

  "The more you know the less you carry" - Mors Kochanski  



  "Piu sai meno porti con te" - Mors Kochanski  

Mors è uno dei bushcrafter più rinomati e autorevoli per quanto riguarda il bushcraft, se vuoi approfondire il tema bushcraft, ne ha scritto parecchi libri purtroppo sono in inglese, invece in italiano trovi il manuale di R. Mears che alla pari di Mors è un altro bushcrafter molto rinomato.

Manuale pratico sopravvivenza - Raymond Mears → QUI

Tutti portano un coltello in montagna, non tutti portano quello giusto

Ci sono molte varianti dello "stesso coltello" e ogni fabbricante produce il coltello come crede più conveniente sia per il cliente che per il suo business, 

Sta a te sapere cosa ti serve e scartare invece quello che non è idoneo. 

Ecco le caratteristiche principali che deve avere il coltello da bushcraft

Incominciamo dalla lama che deve essere lunga circa un palmo e deve essere robusta. l'ideale è che abbia uno spessore di 3mm fino a 5mm e una larghezza di 25mm fino a 30mm, 

Per quanto riguarda invece la punta, vedrai che la stragrande maggioranza usa clip point o drop point perché è la forma che ne conferisce più robustezza all'estremità del coltello.

Il filo è una questione un po personale, ma a  mio modo di vedere deve avere 2 caratteristiche, facile da affilare e robusto, 

I due tipi di filo che hanno questi requisiti sono il filo "Scandi" e il filo "Convesso"

Un'altra cosa importante è il manico, che deve essere molto confortevole perché probabilmente lo userai per parecchie ore al giorno, 

C'è tanto altro da dire sul coltello da bushcraft ma mi dilungherei troppo

               Sto scrivendo una guida gratuita sul coltello da bushcraft               
        Per riceverla appena esce, sottoscriviti alla newsletter QUI        

Ecco l'elenco dei coltelli scelti


BUM!


1■ Mora bushcraft



Oggi taglia con questo Mora Bushcraft

| Lama drop point | lunghezza lama 109mm | Spessore 3.2mm | Acciao al carbonio con trattamento anti-corrosivo |
| Manico in materiale sintetico | Fodero in plastica | Lunghezza totale 232mm |

Prezzo 50€ QUI






2■ Cudeman 148

Oggi taglia con questo Cudeman 148

| Lama drop point | lunghezza lama 110mm | Spessore 4mm | Acciaio MOVA  54/56 HRC |
| Manico in micarta | Fodero in pelle | Lunghezza totale 225mm |

Prezzo 56€ QUI



3■ Marttiini Take

Oggi taglia con questo Marttiini Take
| Lama drop point | lunghezza lama 107mm | Spessore 3mm | Acciaio al cromo 53-54 HRC |
| Manico in betulla | Fodero in pelle | Lunghezza totale 247mm |

Prezzo 78€ QUI



4■ Helle Fossekallen  

Oggi taglia con questo Helle Fossekallen

| Lama drop point | lunghezza lama 90mm | Spessore 2.6mm | Acciaio inox tre stratti |
| Manico in betulla| Fodero in Pelle| Lunghezza totale 200mm |

Prezzo €86 QUI



5■ Muela Kodiak

Oggi taglia con questo Muela Kodiak

| Lama drop point | lunghezza lama 100mm | Spessore 4mm | Acciaio Sandvik 14c28n |
| Manico micarta | Fodero in kidex o pelle | Lunghezza totale 218mm |

Prezzo 113€ QUI



6■ Fallkniven F1

Oggi taglia con questo Fallkniven F1

| Lama drop point | lunghezza lama 97mm | Spessore 4.5mm | Acciao VG10 |
| Manico in Thermorun   | Fodero in pelle | Lunghezza totale 210mm |

Prezzo 130€ QUI



7■ Boker 440

Oggi taglia con questo Boker 440 bushcraft
| Lama drop point | lunghezza lama 100mm | Spessore 3.7mm | Acciaio inox 440 |
| Manico in micarta| Fodero in pelle | Lunghezza totale 218mm |

Prezzo 136 QUI



8■ TOPS B.O.B. "BROTHERS OF BUSHCRAFT"

Oggi taglia con questo TOPS BOB

| Lama drop point | lunghezza lama 118mm | Spessore 3.5mm | Acciaio al carbonio 1095 |
| Manico in micarta | Fodero in Kydex| Lunghezza totale 243mm |

Prezzo 175 QUI



9■ EnZo Trapper

Oggi taglia con questo EnZo trapper
| Lama drop point | lunghezza lama 95mm | Spessore 3.5mm | Acciaio O1 |
| Manico in betulla | Fodero in pelle | Lunghezza totale 210mm |

Prezzo 192 QUI



10■ Benchmade 162

Oggi taglia con questo Benchmade 162

| Lama drop point | lunghezza lama 112mm | Spessore 4mm | Acciaio S30V 58-60HRC |
| Manico in G-10 Marrone chiaro | Fodero in kidex | Lunghezza totale 223mm |

Prezzo 235€ QUI



11■ Spyderco bushcraft

Oggi taglia con questo Spyderco bushcraft

| Lama drop point | lunghezza lama 100mm | Spessore 3.5mm | Acciaio O-1 |
| Manico in G-10 | Fodero in pelle | Lunghezza totale 222mm |

Prezzo €307 QUI




5 Coltelli Kiridashi per il fai da te, impossibile non amarli

Coltello utility giapponese: kiridashi

5 Coltelli Kiridashi per il fai da te, impossibile non amarli


Uso spesso il coltello per fare del lavori di "fai da te", ora pero, ho trovato questi meravigliosi muli da lavoro

Queste lame sono molto versatili, facili da ri affilare, hanno un buon acciaio e sono fatte in maniera essenziale. Di solito sono fatte in Giappone, alcune addirittura sono in San Mai.

Questo piccolo kiridashi l'ho fatto io per hobby, è in acciaio al carbonio Aisi 1070 lungo 9cm largo 20 e spessore 2mm, il tagliente è lungo 30mm

Coltellino da intaglio






Le lame giapponesi kiridashi sono molto particolari e io ne sono affascinato per due motivi

  • Disegno semplice
  • Praticità di utilizzo

Ho deciso che dovevo averne una e mi sono messo a cercare su internet  per vedere che cosa trovavo in giro, ne ho trovato parecchie e molto belle.

Alla fine ho preso questo kiridashi giapponese

Lo utilizzo per fare dei piccoli lavoretti, piccoli e non tanto piccoli

A tutti gli effetti è un attrezzo da lavoro che costa veramente poco. 

Grazie a questo ho abbandonato i noiosi taglierini cinesi che si spaccano di continuo.

Non solo, è ideale anche per intagliare il legno o per lavorare il cuoio, io l'ho usato anche per fare le custodie in pelle dei miei coltelli.

Con un affilatura leggera a fine giornata hai di nuovo una lama tagliente pronta all'uso.

Prima di mostrarti altri modelli ti voglio invitare alla mia pagina Facebook "oggitagliaconquesto" . Se ti va metti un mi piace, te ne sarei molto grato


Per farvi un esempio dei diversi modelli che ci sono in commercio ho selezionato quattro modelli.

Kiridashi con Manico in ottone

Oggi taglia con questo kiridashi
La grande maggioranza sono fatti in Giappone e hanno un costo veramente accessibile, guarda qui 


Kiridashi Kogatana


Oggi taglia con questo Kiridashi made in Japan


Kogatana (tradotto piccola Lama) di 200mm, è sempre un attrezzo da lavoro ma ha anche il suo fascino. Lo trovi Qui


Kiridashi tipico



Oggi taglia con questo coltello giapponese
Un altro modello più spartano, quello che a me piace di più, è lungo 180mm largo 21mm e di spessore 3mm. Lo trovi qui



Kiridashi con manico in Legno


Kggi taglia con questo kiridashi


Per ultimo, un modello con manico in legno. lo trovi qui

Combattimento col coltello

Come viene impugnata l'arma nella difesa personale.

Lotta col coltello
Difesa col coltello

Questa  è una mini guida sulle varianti principali di utilizzo del coltello in caso di lotta

Ho creato questa mini guida che ti darà un'infarinatura sui due tipi più comuni di presa del coltello, da queste si derivano tante altre varianti.

C'è da dire che qui vedremo solo la posizione della mano e il polso, escludendo totalmente la posizione del corpo e un eventuale seconda arma usata in contemporanea.

Presa frontale


· Hammer Grip o Impugnatura a martello, il coltello viene preso come se fosse un martello, la mano avvolge il manico del coltello



· Saber grip o Impugnatura a sciabola, similare a Hammer grip ma il pollice appoggia sulla parte superiore posteriore del manico  
· Modified Saber grip o Impugnatura a sciabola modificata, variante del saber grip ma col pollice poggiato sul lato della lama
· Filippino grip o impugnatura filippina, similare a hammer grip ma il pollice rimane parallelo al dorso del coltello
· Modified filippino, similare a Filippino grip ma il pollice poggia sul dorso della lama.


Presa rovesciata


· Regular reverse grip o impugnatura rovesciata, la mano avvolge il manico del coltello con la lama rivolta verso il basso rivolta e l’esterno
· Icepick Grip, simile a reverse grip ma con il pollice poggiato sul pomo del coltello
· Reverse grip edge o impugnatura rovesciata filo verso l’interno, la mano avvolge il manico del coltello con la lama rivolta verso il basso e verso l’interno


(Il coltello utilizzato per le foto è un coltello da caccia che ho realizzato io, QUI piu dettagli.)



Ogni tipo di impugnatura ha i suoi vantaggi e svantaggi.

La presa frontale viene utilizzata nella lotta a media e lunga distanza,


offre una maggiore maneggevolezza ma allo stesso tempo meno potenza.

La presa presa rovesciata viene utilizzata nelle corte distanze,  anche se 

meno maneggevole, allo stesso tempo si può applicare più forza sul coltello.


Se volete approfondire l'argomento c'è un libro di Jim Wagner, Combattimento col coltello

lo trovate su Amazon a poco, è  molto semplice da leggere, certo, non va nel dettaglio 

di "tutte le tecniche" ma, essendo lui un sergente, si centra di piu sul combattimento militare.



Nota bene: Lo scopo di questo post come quello di tutto il blog è esclusivamente accademico ed informativo. 

I coltelli devono essere utilizzati nel pieno rispetto della legge.

Coltello da gaucho con manico in corno di cervo e alpaca

Questo è il mio coltello da Gaucho Argentino




Se seguite il mio blog, ormai lo sapete sono originario dell'Argentina, oggi vi voglio mostrare questo mio che coltello tipico della tradizione Argentina

Il gaucho Argentino quando parte per la transumanza o per le faccende in campagna porta sempre con se il suo "Facon", è un coltello molto semplice, il manico di solito è fatto in materiali naturali come corno, osso, legno o cuoio. 

Ci tengono molto alla estetica e quindi troverete sempre il manico decorato.

Si possono trovare le decorazioni anche sul dorso della lama e nella guarda (se presente)

La cosa piu particolare è il fodero e come viene portato, ecco una foto:




Il mio coltello ha una lunghezza complessiva di 26cm, ha una lama in acciaio Inox di 14 cm di lunghezza, 3cm di larghezza e 3.2 mm di spessore. Ed è di lavorazione semi industriale, il manico è fatto da un artigiano, la lama invece è di tipo industriale. 




C'è da dire che lo uso per le grigliate quindi la lama in inox è molto pratica, facile da lavare ed affilare.

Il manico è stato realizzato in corno di cervo axis originario della Pampa Argentina, lucidato e rifinito con inserti in alpaca.

Lunghezza totale : 26cm
Lunghezza Lama: 14cm
Spessore lama: 3.2mm
Materiale lama: Acciaio inox 440
Peso: 160gr
Made in Argentina







The forest watcher

OggiTagliaConQuesto: Coltello da bushcraft - Forest Watcher



"The forest watcher" è stato concepito in maniera speciale, in pratica è un prototipo, la lama è del tipo "Tanto" ma modificata per permettere di utilizzare il filo frontale come utensile per lavorare il legno, per fare tagli dove il filo normale non arriva o per essere utilizzato come leva all'ora di spaccare piccoli tronchetti di legno... insomma un filo concepito per essere versatile all'ora di andare in montagna in campeggio o di fare escursionismo. Non è un coltello da difesa ma più che altro un'attrezzo da bushcraft. Come si può notare il dorso della lama ha una lunga scanalatura che permette di poggiare il pollice per realizzare una forza maggiore al momento del taglio. L'ipugnatura invece, ha la forma di un trapezio che permette comodamente l'alloggio dell'indice mentre le altre 3 ditta avvolgono il manico comodamente.
Il coltello mi è servito per realizzare un test di tempra in una forgia auto-costruita che potete vedere nel seguente link. Non ho elementi per indicare con precisione la durezza raggiunta dell'acciaio ma con piccoli test empirici posso dire con sicurezza che il coltello è stato temperato
come aspettato... Faro in seguito dei piccoli test di resistenza per vedere come si comporta.
Il manico è abbastanza ruvido già che sarà utilizzato all'aperto e in condizioni climatiche sfavorevoli, quindi, la ruvidezza in questo caso è un pregio che da un maggiore grip al coltello. Per una maggiore resistenza agli agenti atmosferici ho applicato dell'olio per legno per mantenerlo
impermeabilizzato il più a lungo possibile. Sono stati utilizzati distanziatori colore viola che evidenziano ancor di più il bel colore chiaro del legno di castano.
A reggere il tutto ci pensano i 6 perni di 3mm di diametro in acciaio inox, e per offrire una maggiore comodità nell'utilizzo c'è un foro passante in bronzo da 6mm per il facile alloggio di un cordino o lanyard.
"The forest watcher"
Lunghezza totale; 17cm
Peso: 225 grammi
Lama:
Materiale: acciaio al carbonio AISI 1070
Lunghezza: 9cm
Larghezza: 42mm
Spessore: 5.5mm
Manico:
Materiale: legno di castano e distanziatori viola con perni in acciaio
inox e foro per lanyard in bronzo.
Lunghezza: 8cm
Larghezza: 3cm
Spessore: 2cm



FC#4
FC#4
FC#4

Passo passo, la mia prima esperienza temperando una lama...


Coltello utility fai da te




Precedentemente avevo fatto delle lame per asporto di materiale ma a l'ora di realizzare il trattamento termico mi affidavo ad una ditta che faceva il trattamento termico... ma oramai di tanto leggere e vedere tutorial di gente che temperava le lame a casa... mi sono detto “per che non lo faccio anch’ io... ! ? ! ? ”

E cosi è incominciata questa storia...

Per prima cosa, il disegno... dato che sarebbe la prima volta che tempro, ho deciso di utilizzare un "pezzo" di acciaio C70 che avevo, era un poco corto ma potevo trarre fuori qualcosa di utile... e ho deciso di farmi un bushcraft per utilizzare in montagna come piccolo utililty...

Ecco il disegno che ho tirato fuori:

1)
FC#4

lunghezza totale 17.5cm
Spessore 5.5mm

Una volta fatta la sagoma su cartoncino, l'ho tracciata sul acciaio per procedere a tagliare e limare. Eccola qui...

2)
FC#4
OggiTagliaConQuesto: Coltello temperato in casa
Ho fatto i biselli e l'ho cartavetrata a mano fino a grana 400 per togliere ogni traccia di lavorazione, graffi e punti... (un lavoraccio)
3)
FC#4

Volevo però migliorare l'immagine dei biselli e i biselli stessi quindi ho cartavetrato su una superficie piatta lasciando cosi piu evidente la linea

4)
FC#4

Poi... con una piccola bistecchiera, un tubo ed un motore di aspirapolvere ho fatto questa piccola "forgia da balcone"

5)
FC#4

Ecco la prima accensione…

6)
FC#4

Qui si vede il carbone accesso che è pronto per offrire un caloroso benvenuto all'ospite

7)
FC#4

Il coltello sta raggiungendo la temperatura di austenizzazione... un esperienza unica... vedere che l'acciaio ha perso una delle sue caratteristiche principali ed è diventato amagnetico...

8)
FC#4

Un altro poco di calore ed è pronto per lo spegnimento....

9)
FC#4

Una volta pronto per lo spegnimento l'ho sommerso in acqua e sale a temperatura ambiente....

Ecco il coltello appena uscito dallo spegnimento....

10)
FC#4

Dopodiche ho fatto il rinvenimento nel forno a 230 gradi per 2 ore...

Adesso resta pulire fino a lasciare la lama a specchio e inserire le guancette.....

continuerà....

Coltello da caccia FC#3 presentazione

Vi presento il coltello da caccia che ho realizzato

Acciaio al carbonio AISI 1070 lucidato a specchio

Manico in legno di mogano

Scatola in legno 



Nuova serie “FIN” chiudibili tattici della Ka-Bar

Serie di coltelli chiudibili tattici KA-BAR Oggi taglia con uno di questi chiudibili tattici della Ka-Bar



Questa nuova serie si distingue dalle altre perchè abbina un coltello robusto ed un profilo sottile. La serie ha il blocco lama tipo “Frame lock”, e clip utilizzabile in 4 posizioni diverse. Le lame della serie sono realizzate in acciaio AUS8 e vengono in 4 modelli diversi, 2 con lama tanto e 2 con lama tipo drop point.


Drop PointDrop Point – semi seghettata
Tanto
Tanto – semi seghettata

Ecco alcune caratteristiche della serie FIN
Lunghezza totale17,5 cm (6-7/8”)
Lama: 7cm 2-3/4” AUS 8A SS
HRC: 57-59 CR
Filo: concavo a 15º gradi
Blocco: a telaio (Frame Lock)
Manico in acciaio inoxPeso: 160gr (0.35 lb)
Pocket Clip: Si
Produzione: Taiwan

Opinione: è una bella serie di coltelli, ben fatti, esteticamente gradevoli e maneggevoli date le dimensioni ed il peso. Unica pecca secondo me è la produzione fatta in Taiwan. Quindi sarà una serie con costi contenuti ma alla fine coltellini da utilizzare senza riguardi.